Tinnito e ronzio alla testa: cause dei rumori alle orecchie | Acustica Umbra

Tinnito e ronzio alla testa: cause dei rumori alle orecchie

gradi di ipoacusia
Gradi di ipoacusia: lieve, moderata, severa e profonda
4 Agosto 2021
cerume orecchio neonato
Neonati e cerume: come pulire le orecchie dei bambini
22 Agosto 2021

Le persone che soffrono di tinnito lamentano un ronzio più o meno costante alla testa. Può essere anche un sibilo o un fischio all’orecchio che diventa ogni giorno più invasivo. Il modo migliore per approcciarsi a questo problema è rivolgersi a dei professionisti per indagarne le cause. 

La vita quotidiana ci immerge letteralmente in una quantità ingente di stimoli, siano essi visivi, sonori e relativi a tutti gli altri sensi. Se qualcosa interferisce con la nostra capacità di visione, di ascolto e così via, si corre il rischio di affrontare la vita in uno stato costante di frustrazione. Una condizione che conosce bene chi soffre di tinnito, un rumore all’orecchio che però non generato da una sorgente sonora. All’origine del tinnito possono esserci l’ipoacusia neurosensoriale, una perdita uditiva congenita o l’azione di alcuni farmaci.

Ronzio alla testa? Meglio indagare

Il tinnito di solito viene identificato dal soggetto che ne soffre come un ronzio alla testa. Non c’è dunque attività meccanica o vibratoria nella coclea, ma tutto è relativo al sistema nervoso. Essendo dunque strettamente soggettivo, non è misurabile. Tuttavia, proprio i pazienti permettono di stabilirne l’intensità, che varia da “lieve” a “catastrofica”, con numerose sfumature.

Fattori che possono agevolare l’insorgere del tinnito

Nonostante le cause del tinnito non siano ad oggi chiarissime, esistono diversi fattori che possono agevolarne la comparsa. Tra i primi ritroviamo l’esposizione a rumori forti, soprattutto se reiterata. Decibel elevati possono danneggiare le cellule ciliate della coclea causando perdita di udito e tinnito persistente, una condizione che può svilupparsi anche con l’avanzare dell’età. 

Tra i responsabili del tinnito vanno menzionati anche farmaci che possono essere ototossici per l’orecchio interno. Anche l’otosclerosi può causare il tinnito, così come le malattie cardiovascolari, l’ipertensione, lesioni alla testa, ma anche l’ansia e lo stress. Infine, particolare attenzione andrebbe prestata al consumo di caffeina, alcool e tabacco. 

In ogni caso, rivolgersi a dei professionisti per indagare le cause del tinnito, soprattutto se persistente, è sempre la scelta preferibile. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *