Acufene e bruxismo: che relazione c'è? | Acustica Umbra
Ipoacusia
Ipoacusia: i sintomi di perdita dell’udito nell’adulto
11 Maggio 2021
martello, incudine e staffa
Martello, incudine e staffa: la catena degli ossicini dell’orecchio
1 Giugno 2021

Molti studiosi da tempo sottolineano una certa relazione tra acufeni e bruxismo. Il continuo digrignamento dei denti potrebbe influire sulle strutture anatomiche correlate all’articolazione temporo-mandibolare, le quali diventano passibili di infezione. La sinergia tra dentista e otorinolaringoiatra in questo caso è determinante. 

Le patologie a carico dell’orecchio e la salute dentale sono strettamente interconnesse. Non bisognerebbe mai trascurare allo stesso modo lo stato di denti e apparato uditivo, dal momento che gli uni potrebbero avere una ripercussione sullaltro, e viceversa. 

Quale relazione tra bruxismo e acufene 

Il bruxismo p portare all’insorgere di acufene: è dunque un fenomeno da non sottovalutare. Chi soffre di bruxismo (parliamo del 10% della popolazione mondiale) tende a far entrare in contatto, in maniera forzata, le due arcate dentali. Si comprende bene come questo tipo di azione, se reiterata, contribuisca a mantenere in tensione i muscoli mandibolari. Digrignare i denti, soprattutto se lo si fa di frequente, contempla una serie di conseguenze, che riguardano anche l’apparato uditivo. 

Da un lato, denti e strutture di sostegno subiscono dei danni, con progressivo aumento della mobilità dentale. Dall’altro, l’articolazione temporo-mandibolare va ugualmente incontro a danneggiamento, con criticità a carico di orecchio e udito. Ecco perché l’acufene potrebbe essere causato dai denti. 

Dentista e audiologo per gli acufeni dovuti a bruxismo 

L’acufene potrebbe essere la conseguenza di un’infiammazione causata dall’usura dell’ATM (articolazione temporo-mandibolare)Non di rado a ciò si aggiungono otalgie e disturbi dell’equilibrio. Lo strofinamento dei denti porta dolore alla mascella e in genere stanchezza dei relativi muscoli. Le conseguenze più diffuse sono dolore a testa, collo, colonna vertebrale, orecchie, con presenza di acufeni e vertigini in alcuni casi. 

Ad essere coinvolto è il sistema masticatorio che, costantemente sollecitato, causa mio-artropatie e talvolta rumori articolari (il più noto è il cosiddetto “click”) nonché una sensazione di orecchie ovattate acufeni. In questo caso gli acufeni sono almeno in parte dovuti alle connessioni esistenti tra nucleo cocleare e nucleo trigeminale (acufeni somatici). 

Sarà l’azione combinata di un dentista e di un esperto audiologo a risultare determinante nell’individuazione della probabile relazione tra bruxismo e acufene.
Il primo effettuerà unvisita allo scopo di rilevare una maloclussione ed un eventuale deterioramento di alcuni denti.
Il secondo si occuperà della diagnosi audiologica, alla luce di patologie di specifica competenza associate alla presenza di acufeni. Soltanto alla fine di questo approfondimento combinato, si potranno decidere di concerto le migliori modalità d’intervento. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *