Acufeni e cervicale: quale relazione? | Acustica Umbra
controllo dell udito
Ipoacusia, fischi e ronzii nell’orecchio? È consigliabile un controllo dell’udito
23 Marzo 2021

Gli acufeni identificano ronzii e fischi di varia intensità che si avvertono nell’orecchio. Tante possono essere le cause, sia di natura fisica che psicologica. In altri casi possiamo vi possono essere più cause concomitanti. Tra i responsabili degli acufeni possiamo annoverare la cervicale.

Ci preme ricordare che un acufene è indipendente da uno stimolo acustico: i rumori nell’orecchio vengono percepiti unicamente dal soggetto. Non solo l’udito ne viene inficiato ma anche la qualità della vita. Basti pensare a tutte le attività che si svolgono nel quotidiano e quanto la sensazione costante di un’interferenza dell’udito possa rendere ogni cosa difficilmente sopportabile.

Gli acufeni possono essere uno degli effetti dell’infiammazione cervicale. Ciò è dovuto al fatto che il padiglione auricolare e il muscolo sternocleidomastoideo si trovano in prossimità l’uno dell’altro. E’ probabile dunque i rumori nell’orecchio siano la conseguenza di uno stato di forte contrattura del su citato muscolo.

Cosa c’è dietro l’acufene cervicale

L’infiammazione della cervicale può portare all’insorgere di ronzii, fischi e sibili nell’orecchio. Ma cosa fa sì che s’infiammi proprio la parte che decorre nel capo e interessa il collo? Una postura scorretta, sia da seduti che in piedi che in fase di sonno, un sollevamento di pesi fatto in modo errato, un colpo di frusta. Disfunzioni posturali, ma anche strutturali come artrosi, ernia cervicale e protrusione discale.

Se la cervicale dunque si infiamma, l’orecchio può risentirne sviluppando questi fastidiosi rumori. Agli acufeni possono inoltre associarsi cefalea, vertigini e orecchie ovattate.

In caso di acufeni è importante rivolgersi sempre a professionisti

Appare lampante come sia fondamentale indagare bene il disturbo e l’eventuale relazione tra acufeni e cervicale, escludendo altre possibili cause.
Una diminuzione dell’udito può essere un campanello d’allarme. A tal proposito, si consiglia sempre di effettuare un’approfondita visita dall’otorino.
Parallelamente, si può scegliere di recarsi presso un centro acustico specializzato per effettuare un controllo dell’udito gratuito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *