Prurito all’orecchio? Potrebbe essere il sintomo di un’infezione | Acustica Umbra

Prurito all’orecchio? Potrebbe essere il sintomo di un’infezione

L’acufene è curabile
L’acufene è curabile? La risposta è sì
2 Febbraio 2021
sordita rinogena
Quali sono i fattori scatenanti della sordità rinogena
18 Febbraio 2021

tutti capita di avere prurito all’orecchio, una sensazione che in linea di massima scompare nel giro di pochi secondi. Se il fastidio però si protrae a lungo, andando a costituire un vero e proprio disagio, è necessario indagare adeguatamente. 

Il prurito all’orecchio può coinvolgere le tre aree dell’orecchio: la parte più esterna, relativa a lobi e padiglione auricolare; l’orecchio medio e la parte più interna, che è quella specifica del condotto uditivo. Il prurito può essere il sintomo di una condizione patologica o non patologica, in ogni caso fastidiosa dal momento che comporta il costante bisogno di grattarsi al fine di trarne sollievo. 

Prurito all’orecchio: possibili cause

Il prurito può essere momentaneo e dunque trascurabile, ma anche configurarsi come il sintomo di un’infezione all’orecchio. Le cause potrebbero riguardare sia esclusivamente l’apparato uditivo, sia invece l’intero organismo (in questo caso si parla di patologia sistemica). 

Tra le cause riguardanti unicamente l’orecchio, ritroviamo: 

  • Otiti, con un processo infiammatorio acuto o cronico che coinvolge l’orecchio;
  • Irritazioni/infiammazioni generate dall’uso di auricolari, tappi, cotton fioc;
  • Tappi di cerume, con accumulo eccessivo di una sostanza molto simile al sebo;
  • Micosi, infezioni ad opera di funghi e miceti;
  • Tumori (raramente): tra questi menzioniamo il tumore squamocellulare che interessa il padiglione auricolare al quale provoca lesioni.

Tra le cause che riguardano l’intero organismo, ritroviamo invece: 

  • Eczema, con screpolature ed arrossamenti causati da dermatiti di vario tipo;
  • Psoriasi, una patologia cutanea infiammatoria che può presentarsi ciclicamente in più zone del corpo. Caratteristiche le chiazze rossastre che provocano prurito e bruciore;
  • Herpes. Nel caso dell’orecchio il virus responsabile è l’Herpes Zoster Oticus;
  • Allergie varie;
  • Stress ed ansia;
  • Uso prolungato di farmacispecifici.

Prurito all’orecchio e strani rumori. Quando visitare uno specialista

Questi fattori, in misura minore o maggiore, possono condurre ad una sintomatologia concomitante al prurito all’orecchio, come diminuzione dell’udito, rumori nell’orecchio, acufeni, udito ovattatodolore e/o gonfiore all’orecchio, vertigini, ecc. 

In ogni caso, è preferibile riferire al proprio medico la presenza del fastidio e rivolgersi ad un otorino qualora si protraesse a lungo. Solo un professionista del settore potrà, previa visita approfondita e qualora lo ritenesse necessario, prescrivere esami più specifici. La terapia verrà strutturata solo successivamente, con i risultati degli accertamenti opportunamente vagliati. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *