L’acufene è curabile? La risposta è sì | Acustica Umbra
disturbi dell'orecchio
Senilità e disturbi dell’orecchio, quale correlazione?
26 Gennaio 2021
Prurito all’orecchio
Prurito all’orecchio? Potrebbe essere il sintomo di un’infezione
12 Febbraio 2021

Un’elevata percentuale di acufeni è oggi curabile, anche se bisogna sempre tenere bene a mente che disporre di una cura non significa automaticamente poter guarire in modo definitivoL’acufene è un disturbo, non una malattia. rumori nell’orecchio percepiti dalla persona affetta da questo disturbo sono rumori «fantasma» che non sono percepibili all’esterno, ma non per questo meno fastidiosi. Il fatto che l’acufene non sia classificabile come una malattia, ma piuttosto come un fenomeno soggettivo, impedisce una misurazione oggettiva e rende più difficile il suo studio. Eppure, ronzii, fischi, sibili, fruscii, rombi, ecc., sono presenti nella testa del 10-15/% della popolazione mondiale che ne soffre.

Per poter individuare con certezza la presenza dell’acufene, la prima cosa da fare è sottoporsi ad una visita specialistica che si occuperà di verificare se si tratta di una malattia (come l’otosclerosi, per esempio) oppure se le reti neuronali hanno deviato dalla loro normale “programmazione” e, quindi, ci si trova di fronte ad un falso allarme.

Acufeni, rimedi e cure 

I farmaci non sono molto usati nella cura dell’acufene, anche se in alcuni casi si impiegano neurofarmaci. In altri casi si agisce contro l’idrope cocleare, quando è la causa del disturbo. La stragrande maggioranza dei trattamenti sull’acufene, però, è volta alla riduzione e gestione dello stress che la condizione comporta. In sostanza, si tratta di un percorso riabilitativo su base neuro-psicologica. La TRT (acronimo anglosassone per Tinnitus Retraining Therapy) per esempio. Un trattamento che basa la sua operatività sul coinvolgimento dei sistemi nervoso e limbico, per mezzo dell’arricchimento sonoro ambientale combinato con la psicoterapia cognitiva. 

Un altro trattamento, con un percorso simile alla TRT, è quello che sfrutta i frattali ZEN. In questo caso il protocollo terapeutico si base su 4 punti cardine: stimolazione acustica, toni frattali ZEN, counselling ed amplificazione. In definitiva, l’acufene è curabile e la stimolazione acustica abbinata al counselling rappresentano, certamente, i fondamenti su cui si basano i programmi di trattamento degli acufeni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *