Problemi di udito nei bambini, l’importanza della prevenzione | Acustica Umbra

Problemi di udito nei bambini, l’importanza della prevenzione

acufeni rimedi e cure
Acufeni, rimedi e cure di un disturbo diffuso
28 Dicembre 2020
infiammazione del nervo uditivo
L’infiammazione del nervo uditivo, cause e rimedi
15 Gennaio 2021

L’ipoacusia infantile può colpire il bambino nei primi mesi di vita, quando non addirittura nel periodo prenatale. Con queste premesse la diagnosi precoce è fondamentale. 

Cos’è l’ipoacusia pediatrica  

Rilevata come uno dei problemi di udito nei bambini più rilevanti, l’ipoacusia pediatrica si divide in due grandi gruppi: l’ipoacusia preverbale e l’ipoacusia postverbale. La prima insorge prima che si instauri il processo di acquisizione del linguaggio, intorno al primo anno di vita. In questo momento il condotto uditivo è il mezzo principale per lo sviluppo linguistico e rappresenta un momento estremamente delicato per il bambino.  L’ipoacusia infantile postverbale insorge più tardi, ma se colpisce l’infante fra i 3 e i 7 anni può causare una rapida regressione delle abilità linguistiche, perché anche se le stesse sono già state acquisite non sono ancora state pienamente consolidate.  

Problemi di udito nei bambini: le cause dell’ipoacusia pediatrica

problemi di udito dei bambini hanno molteplici cause che possiamo così riassumere: 

  • L’ereditarietà: se i genitori sono sordi o lo è anche solo uno dei due, il rischio che i figli sviluppino la stessa patologia è elevato;
  • Le malattie infettive: rosolia, meningite, morbillo, parotite epidemica (conosciuta nel gergo popolare come orecchioni), infezioni croniche dell’orecchio e sifilide sono malattie ad alto rischio per l’udito del bambino;
  • Uso di medicine ototossiche durante la gravidanza da parte della madre;
  • Itterizia;
  • Carenza di ossigeno;
  • Nascita prematura;
  • Ferite alla testa;
  • Presenza di corpi estranei nell’organo;
  • Esposizione a rumori.

La prevenzione per quanto riguarda i problemi di udito nei bambini

L’ipoacusia infantile, quando è di natura neurosensoriale, si può prevenire seguendo alcune regole basilari, evidenziate nella tabella seguente: 

  • Eseguire le vaccinazioni;
  • Bambini: contro malattie come rosolia, morbillo, parotite epidemica e meningite;
  • Donne in età fertile: contro la rosolia, prima della gravidanza;
  • Diagnosi e trattamento tempestivo dell’itterizia nei neonati;
  • Utilizzare i medicinali ototossici soltanto dietro prescrizione medica;
  • Evitare l’esposizione ai rumori eccessivi, sia durante l’attività lavorativa che nel tempo libero;
  • Test per la sifilide nelle donne incinte .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *