il giusto apparecchio acustico
Come scegliere il giusto apparecchio acustico
18 Marzo 2019
come pulire l'orecchio
Come pulire l’orecchio: la corretta detersione che non lede l’apparato uditivo
15 Aprile 2019

Parlare di ipoacusia vuol dire trattare l’indebolimento dell’apparato uditivo, ma va specificato che esistono diverse forme di ipoacusia, alcune già affrontate nel nostro blog, e che ognuna ha specifiche caratteristiche e sintomi.

Ipoacusia neurosensoriale: cos’è

L’ipoacusia neurosensoriale, nello specifico, è una patologia strettamente connessa con l’apparato nervoso ed è determinata da un problema all’orecchio interno o al nervo acustico, il nervo che si occupa della trasmissione dei suoni al cervello.
Questa patologia si insinua lentamente negli individui e, talvolta, risulta difficoltoso accorgersi del calo uditivo fino a quando non iniziano a sopraggiungere i sintomi più evidenti come difficoltà nel comunicare in ambienti affollati.
Ci Troviamo di fronte ad un caso di ipoacusia neurosensoriale se si verifica una delle seguenti condizioni:

  • Perdita neurale che coinvolge il nervo acustico
  • Perdita sensoriale della coclea (parte dell’orecchio interno)

Ipoacusia neurosensoriale o neurale?

Se nei decenni scorsi la terminologia era orientata esclusivamente sul concetto di “ipoacusia neurale”, oggi dopo svariate ricerche sulle cause della patologia, si parla sempre più di “sordità neurosensoriale” o “ipoacusia neurosensoriale” in quanto orecchio interno, coclea e nervoacustico vengono considerati un sistema unico che deve funzionare in modo coordinato e sinergico.
A seconda di come si sviluppa la patologia, parleremo di:

  • Ipoacusia neurosensoriale monolaterale
  • Ipoacusia neurosensoriale bilaterale (coinvolge entrambe le orecchie)
  • Ipoacusia simmetrica (uguale in entrambe le orecchie)
  • Ipoacusia asimmetrica

Sintomi

Come si riconosce il sopraggiungere dell’ipoacusia?
Tra i primi sintomi da non trascurare vi è la difficoltà nel riconoscere e sentire i suoni più bassi ed il conseguente ricorso ad alzare il volume. Nei casi di ipoacusia bilaterale risulta complesso comprendere le parole durante le conversazioni ed i dialoghi. Se siamo di fronte ad ipoacusia monolaterale cala la capacità di comprensione in ambienti molto rumorosi e la percezione del suono risulta poco chiara ed ovattata.
Tale situazione potrebbe provocare una condizione di stress emotivo e psicologico nel soggetto che potrebbe portarlo a sentirsi escluso.

Cause

Tra le principali cause che provocano ipoacusia neurosensoriale troviamo:

  • Invecchiamento
  • Morbillo
  • Meningite
  • Sclerosi multipla
  • Traumi alla testa
  • Rumore eccessivo
  • Musica a volume elevato
  • Problemi vascolari
  • Problemi congeniti

Trattamenti e prevenzione

Come affrontare la problematica?

Risolvere l’ipoacusia in modo totale è molto improbabile, ma mediante alcuni accorgimenti è possibile ridurre le limitazioni determinate dalla patologia; infatti a seconda dell’entità del problema si può trattare l’ipoacusia neurosensoriale con il ricorso ad apparecchi acustici o con un impianto cocleare che andrà a svolgere le funzioni attribuite all’orecchio interno.
Nei casi di lieve entità, le protesi risultano essere una delle soluzioni più indicate da applicare ad un orecchio o ad entrambi a seconda delle circostanze, ma esistono comunque anche altri pratici accorgimenti che possono aiutare a prevenire i danni all’orecchio interno:

  • Utilizza i tappi se ti trovi in contesti con musica e rumori troppo elevati
  • Evita i rumori e i suoni troppo forti
  • Tieni il volume di radio e tv sempre moderato
  • Chiedi un consulto al tuo medico di fiducia in caso di vertigini e di febbre alta, potrebbero essere sintomatici di ipoacusia neurosensoriale se non curati e compresi in tempo
  • Se svolgi un lavoro di cantiere o determinati sport, ricorri ad una consona attrezzatura diprotezione per evitare traumi alla testa.

Hai ancora qualche dubbio? Effettua un test dell’udito con Acustica Umbra!
Prenota un appuntamento per conoscere la tua situazione uditiva e per chiedere una consulenza completa.
Numero Verde 800-389822 – Via Ruggero d’Andreotto, 83 a Perugia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *